Ecco perché NON dovresti basarti solo sugli speed test per scegliere il miglior operatore di telefonia mobile per la tua azienda

In questi giorni scorrendo la sezione notizie di Facebook e Linkedin mi son trovato davanti a centinaia di condivisioni e articoli rispetto ai test di velocità effettuati sugli operatori di telefonia mobile.

Tutta aria fritta.

Il miglior operatore di telefonia mobile è quello di cui TU ti fidi.

Nessuno sta contestando l’evidente verità numerica dei dati rilevati da testate come Altroconsumo. Ma tutto questo misurare “chi ce l’ha più lungo” non rispecchia in alcun modo le tendenze del mercato della telefonia mobile.

La verità è tutt’altra.

Per farti un esempio terra terra non si potrebbe spiegare il perché del successo che Iliad sta ottenendo nei confronti del mercato privato dove in poco più di 4 mesi ha venduto circa 1,5 milioni di SIM.

Parallelamente a questo dato di vendita è stato ampiamente rilevato come Iliad, ad oggi, risulti essere il peggior gestore telefonico in termini di performance.  

Quello che i venditori non ti dicono 

E’ inutile girarci intorno: possiamo tirare fuori mille dati e spiegare come Vodafone o Tim siano delle Ferrari se paragonate a dalle Panda- WindTre, ma la verità è un altra.

Il 99,9% delle aziende in italia sono PMI. Il 95% delle PMI è costituito da MICROIMPRESE.

Ora, per quanto l’artigiano o il commerciante possano essere tecnologici e all’avanguardia, che utilizzo fanno del cellulare?

Perché è qui che si gioca la “battaglia”.

  1. Telefonare: un cellulare, per quanto bello e avanzato possa essere, serve per telefonare;
  2. Qualche email: per chi non ha a portata di mano il computer è molto comodo rispondere alle email con lo smartphone;
  3. Navigatore: è diventato ormai indispensabile strumento di lavoro quotidiano;
  4. Whatsapp: comunicazioni veloci ed efficaci a collaboratori o clienti;
  5. Cazzeggio sui social: quando c’è un momento libero vuoi non guardare per 2 minuti Facebook o Instagram?

E questo è tutto.

Dubito fortemente che un artigiano si metta a scaricare alla velocità della luce sul suo smartphone mattoni di file da consultare.

La storiella che Vodafone e Tim sono dei razzi spaziali e che tutto quello che facevi prima lo farai alla velocità della luce è un modo come un altro per convincerti a comprare.

Per fare tutte le operazioni che ti ho citato prima basterebbe una normalissima connessione 3G/4G.

Come scegliere consapevolmente il miglior operatore mobile per la tua azienda

Smascherato il trucco della sim super veloce, concentriamoci su ciò che veramente deve interessarti.

  • La copertura.
  • Quanto utilizzi il cellulare da/verso l’Estero.
  • Il commerciale a cui ti affidi.

#La copertura

Per quanto vogliamo raccontarla, l’unico modo per essere certi al 100% dell’effettiva copertura della rete dell’operatore che stai valutando è una SIM di PROVA.

Purtroppo non c’è altro modo per essere sicuri al 100% perché i dati contenuti all’interno dei portali online per la verifica della copertura mobile NON tengono conto degli ostacoli fisici quali: alberi, muri in cemento armato, edifici, ecc.

Ogni qual volta sottopongo una proposta ad un mio potenziale cliente mi premuro di mettere a disposizione uno smartphone con una sim di prova.

In questo modo sarai certo dell’effettiva funzionalità del serivizio

#Quanto utilizzi il cellulare da/verso l’Estero.

Tralasciando le tariffe, che, oramai, si assomigliano un po’ tutte (minuti illimitati verso tutti fissi e mobili, X sms e un pacchetto dati che parte dai 5/10 gb in su) concentrati sull’utilizzo che ne fai da/verso l’Estero.

Questo perché NON tutti i gestori telefonici hanno tariffe dedicate e convenienti per l’estero.

Premurati sempre di fare una lista di paesi verso i quali produci traffico e dai queste informazioni al commerciale.

#Il commerciale a cui ti affidi

Fai attenzione a chi ti trovi di fronte.

Come forse saprai la quasi totalità dei venditori di telefonia collabora con un’agenzia.

Ora, non dilunghiamoci troppo in tecnicismi: il 99,9% delle agenzie una volta attivato il contratto non può fare più nulla per il cliente.

Quindi, lascia stare l’agenzia e concentrati sul venditore che hai davanti:

  • Ha delle testimonianze di clienti soddisfatti da mostrarti? Chiedi sempre delle referenze
  • Ti fa delle proposte sulla carta del formaggio? Prima di firmare fatti sempre lasciare un documento dell’operatore ( preventivo con intestazione, info blocchi, brochure,ecc)

Non c’è molto altro da sapere: se lavora bene avrà sicuramente qualcuno che è disposto a lasciargli una recensione positiva e ti farà dei “preventivi” su fogli intestati dell’operatore di riferimento.

Non dimenticare che in caso di rogne, un buon commerciale, seppur non potrà mai fare miracoli, potrà darti delle dritte molto molto più utili di un semplice call center.

Un consiglio prezioso

Non è un caso che la telefonia mobile sia definita una “Commodity”.

Per questo motivo affidati ad un commerciale che lavori “per te e non per i gestori telefonici”.

Per ottimizzare al meglio le spese è buona prassi che ogni 2 anni, cioè alla scadenza del vincolo contrattuale, tu valuti seriamente le possibilità che questo mercato ti offre.

Solo così potrai contenere al meglio le spese e dedicare più budget alla tua attività.

 

Se anche tu vuoi entrare a far parte del club dei campioni (==> TESTIMONIANZE) e:

  • Sei stufo di fare 77 chiamate al Call center per ricevere un informazione;
  • Sei totalmente privo di sistemi di emergenza nel caso di un guasto sulla linea;
  • Sei stufo dei continui aumenti sulle fatture;
  • Sei stufo di sentirti preso in giro dagli operatori telefonici…

…Allora hai la possibilità di richiedere ora la tua pre-consulenza gratuita per valutare come migliorare la tua connessione ad internet in azienda.

[wpforms id=”100″]

A presto!

Davide

Leave a Reply